Family Link | L’app di Google per il Parental Control
Senza categoria

Family Link | L’app di Google per il Parental Control

Essere Genitore 1 e Genitore 2 è sempre stato un arduo compito, ma oggi, forse, lo è un pò di più. Vi sarete ritrovati tutti ad affrontare discussioni con vostro figlio per le ore che trascorre attaccato al cellulare. Non è un caso isolato, fidatevi. Francesco e Stefania, il nostro Project Manager e la nostra Creative Director sono genitori di 4 bimbi, di cui uno in età da cellulare e, tra una pausa pranzo e una pausa caffè, ci raccontano spesso di come questo sia diventato ormai uno dei problemi più manifestati dagli adulti.
In realtà è un argomento che, a livello internazionale, ha acceso numerosi dibattiti tra opinionisti, psicologici, educatori e accademici, tutti con una propria idea di come il tempo trascorso dai bambini a contatto con la tecnologia possa influenzare la loro crescita e la capacità di socializzare con i coetanei.

Per noi che lavoriamo quotidianamente con gli strumenti tecnologici è sempre più evidente che i bambini nascono ormai con un DNA digitale: prima ancora di camminare o dire mamma, sanno già sbloccare uno smartphone e cambiare video su YouTube. Fin qui, diciamo tutto bene, si tratta solo di evitare che il cellulare cada e si rompa in mille pezzi.
Ma quando sono più grandi, intorno agli 8-9 anni e iniziano ad utilizzarlo per parlare con i propri compagni di scuola, come può un genitore accertarsi che non siano esposti a contenuti sensibili o poco adatti alla loro età?

L’app Family Link è la risposta che Google ha dato al nostro quesito.

Rilasciata sia su Google Play Store che su App Store, consente al genitore di connettere il proprio dispositivo a quello del bambino, per monitorare tutte le attività che svolge online. Scopriamo insieme come puoi integrarlo nella vita quotidiana della tua famiglia.

COME SI CREA UN ACCOUNT FAMILY LINK

Prima di tutto, è importante verificare la compatibilità dell’app con il sistema operativo:
– Per i bambini: l’app è scaricabile solo su smartphone Android 7.0 (Nougat) e versioni successive.
– Per i genitori: l’app è scaricabile su dispositivi Android con versioni a partire da KitKat 4.0 e su Iphone con iOS 9 fino all’ultimo aggiornamento disponibile.

Dopo aver scaricato l’app, accedi con il tuo account Google e collegalo all’account Google dello smartphone di tuo figlio. Segui tutti i passaggi indicati e in pochi clic potrai connettere i dispositivi e iniziare a sbloccare tutte le funzionalità dell’app.

QUALI SONO LE SUE FUNZIONI?

1_GEOLOCALIZZAZIONE
Ovunque si trovi tuo figlio, hai la possibilità di rintracciare la sua posizione quando lo smartphone Android è accesso.

2_GESTIONE DELLE APPLICAZIONI
Ogni volta che il bambino inizia il download di un’app da Google Play Store, puoi ricevere una notifica sul dispositivo. Sei tu a gestire gli acquisiti in-app e ad approvare o meno il suo utilizzo. Puoi anche nascondere specifiche applicazioni presenti sullo smartphone: alcune app native, infatti, non possono essere disinstallate, ma tramite Family Link potrai inibirne l’utilizzo.

3_CONTROLLO DEL TEMPO DI UTILIZZO
Quale valore diamo al tempo quando si cresce – e si vive – in un mondo iper connesso? È fondamentale che i bambini non perdano il contatto con la realtà a causa di un utilizzo eccessivo dei dispositivi digitali. Per questo Family Link consente di gestire anche il tempo di accesso alle applicazioni, come la messaggistica, i giochi o i social network, e di monitorare a fine giornata le ore trascorse al cellulare.

L’IMPORTANZA DI EDUCARE I BAMBINI AD UTILIZZARE CORRETTAMENTE LA TECNOLOGIA

In questa Giornata Mondiale per i diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, vogliamo condividere con voi il nostro pensiero. Per qualche lettore, l’installazione di Family Link potrebbe sembrare un atteggiamento iperprotettivo o di eccessivo controllo. In realtà, lo vediamo più come un patto di fiducia tra genitori e figli, che si instaura su un piano digitale. Un mezzo, dunque, per definire i limiti che i ragazzi e i bambini possono acquisire in modo consapevole, mentre i genitori possono testare su campo la loro capacità di comprendere e rispettare le regole.

Le nuove tecnologie connesse in rete, inoltre, rappresentano per i bambini strumenti potentissimi sotto tanti aspetti: educativi, di sviluppo del pensiero laterale, di crescita personale, per citarne alcuni.
È importante, quindi, non confondere il loro utilizzo “sano” con una fruizione forzata dai genitori solo per tenerli buoni quando si è a cena fuori con amici o per distrarli quando si è troppo impegnati per giocare con loro. Per questo parliamo di Educazione tecnologica, che passa prima dalla responsabilità degli adulti e poi dal semplice utilizzo dei bambini.

Insegnare a recepire i giusti stimoli digitali, da un video formativo sulla fotosintesi clorofilliana a un gioco per imparare parole in inglese, risulta quindi il primo step per evitare che i bambini diventino schiavi di una tecnologia che a quell’età, probabilmente, potrebbe diventare un’arma a doppio taglio.

Family link è solo una delle tante piccole soluzioni per iniziare questo processo educativo, che richiede dedizione e attenzione quotidiana. Chissà, magari i vostri figli diventeranno dei futuri programmatori o sviluppatori di app. Nel frattempo, insegniamo loro l’importanza delle piccole cose, soprattutto se reali.

Lascia un commento