Pausa caffè eco-friendly in ufficio | I consigli di Green Tag
Agency

Pausa caffè eco-friendly in ufficio | I consigli di Green Tag

“Il mondo si cambia un caffè alla volta”.

Vogliamo aprire così il nostro secondo appuntamento con Green Tag, questa volta per parlare di un argomento che interessa tutti, ma in particolare noi creativi: la pausa caffè.
Un momento solenne della giornata, in cui spesso nascono le idee più efficaci e geniali. Ecco perché abbiamo deciso di renderlo ancora più speciale dandogli un tocco green, grazie a poche semplici attenzioni che negli ultimi mesi hanno notevolmente ridotto la produzione di rifiuti correlati.

COME RENDERE GREEN LA PAUSA CAFFÈ

Sembra strano, eppure prendere il caffè incide tantissimo sui rifiuti che produciamo. Il nostro è un team coffee addicted, con una media di circa 3 caffè al giorno a testa. Immaginate di dover usare 30 capsule al giorno, 30 bicchierini, 30 bustine di zucchero e 30 palettine per rendere la bevanda dolce al punto giusto. Se facessimo la moltiplicazione per settimane, mesi ed anni vi rendereste conto di quanti rifiuti potremmo accumulare! Per questo abbiamo scelto una strada più eco-friendly, che oggi vogliamo condividere con voi.

1. SOLO MOKA E CAFFÈ MACINATO

Green tag è il profumo del caffè che borbotta nella moka. Da circa un anno abbiamo abbandonato la macchina con le cialde per tornare ai vecchi rituali e alla tradizione dell’attesa, ancora più apprezzata dal nostro team dall’animo campano!

2. TAZZINE RICICABLICI

Dopo aver detto addio alle cialde, abbiamo salutato anche i bicchierini in plastica, portando in ufficio tazzine in ceramica e in vetro da poter riutilizzare tutte le volte che vogliamo, dando un tocco di stile e personalità anche al caffè offerto ai clienti.

3. ADDIO PALETTINE IN PLASTICA, BENVENUTI CUCCHIAINI

Anche le palettine sono diventate solo un ricordo, lasciando spazio nel cassetto della cucina ai cucchiaini in acciaio. E come chicca ancora più green, gli amanti del caffè dolce in ufficio utilizzano un solo cucchiaino per zuccherarlo, evitando ulteriori sprechi.

PERCHÉ UN CAFFÉ GREEN TAG

Queste tre nuove abitudini hanno ridotto sensibilmente i rifiuti prodotti in ufficio. Da ottobre 2018, infatti, abbiamo calcolato circa 9150 caffè, per 305 giorni lavorativi, per 3 volte al giorno, per 10 bevitori fedeli nel team. Se volessimo quantificare tutto questo in sacchi di plastica, su per giù abbiamo evitato di riempirne un centinaio solo nell’ultimo anno.

Cosa ne pensate, vale la pena adottare il caffè Green tag anche nel vostro ufficio?
Fateci sapere se lo farete. Buona pausa caffè a tutti!